Un ponte di libri per la memoria

Un ponte di libri per la memoria

16 ottobre 2021 News 0
Grazie a Monica Maggi e Fabiana Di Segni con un simbolo semplice e potente le memorie del 16 Ottobre 1943, data del rastrellamento nazifascista del ghetto di Roma, hanno preso parola.
La storia di Fatina Sed, nonna di Fabiana, scampata al rastrellamento e le storie di questa città, ferita per sempre dall’orrore della deportazione.
Di 1024 ebrei romani deportati quel giorno, tornarono dall’orrore dei campi di sterminio solo in 16.
Abbiamo bisogno di tenere salda la memoria, e i simboli come questo ci aiutano, a tenere insieme passato e futuro, storie individuali e storia collettiva, e quella determinazione ostinata a non rinunciare a lottare per non dimenticare mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *